Crea sito

Pivot Points

i pivot sono dei punti molto importanti di supporto e resistenza...

I pivot sono dei punti importanti che servono a identificare i maggiori livelli di resistenza e di supporto. Un pivot e il suo relativo livello di supporto e resistenza sono aree nelle quali la direzione del prezzo può cambiare. I pivot sono molto utili specialmente per coloro che investono nel breve termine e cercano di trarre vantaggio dalle piccole variazioni di prezzo.

I pivot possono essere utilizzati per capire dove si invertirà un trend oppure per riconoscere punti chiave che devono essere superati per continuare il trend.

Vediamo un esempio su un grafico con periodo 1 ora di EUR/USD:

Come calcolare i pivot

I pivot e i livelli di resistenza e di supporto associati vengono calcolati utilizzando l'ultima sessione di mercato e specialmente i seguenti parametri: apertura, massimi, minimi e chiusura. Dato che il forex è aperto 24h su 24 molti utilizzano l'orario di chiusura di new york come orario di chiusura del giorno precedente.

Il calcolo è mostrato qui sotto, come già saprete High = alto, low = basso, open = apertura, close = chiusura:

Pivot point (PP) = (High + Low + Close) / 3

I livelli di supporto e resistenza vengono calcolati così:

Primo livello di supporto e resistenza:

First support (S1) = (2 * PP) - High

First resistance (R1) = (2 * PP) - Low

Secondo livello di supporto e resistenza:

Second support (S2) = PP - (High - Low)

Second resistance (R2) = PP + (High - Low)

Non preoccupatevi di imparare le formule, la maggior parte dei broker effettua automaticamente questi calcoli ed esistono degli indicatori disponbili che aiutano nella visualizzazione.

Ricordatevi che qualche broker fornisce più pivot oltre a questi: un livello intermedio e un terzo livello; questi livelli non sono così significativi come i precedenti ma vediamone un esempio:

Breakout Trades

Il pivot dovrebbe essere la prima cosa che si controlla prima di aprire una posizione dato che è il più importante livello di supporto o resistenza. I più grossi movimenti di prezzo si hanno generalmente in questa zona.

Solo quando il prezzo raggiunge il pivot sarai in grado di determinare se andare long o short e impostare target e stop loss. Generalmente se i prezzi sono sopra il pivot è da considerare una posizione long, se sono sotto uno short.

Se il mercato sta girando intorno al pivot e chiude sotto di questo si decide di vendere, lo stop loss sarà piazzato sopra il pivot e il target iniziale sarà sul primo suporto.

Ovviamente se si vede che i prezzi continuano a scendere si può impostare lo stop loss sul primo supporto e guardare con attenzione ciò che accade. Di solito il supporto 2 è atteso come il prezzo più basso che si raggiungerà alla fine della giornata e potrebbe essere l'ultimo obbiettivo da raggiungere.

La stessa cosa opposta si ha durante un trend positivo. Se il prezzo chiude sopra il pivot si entrerà con un long, stop loss nel pivot, la prima resistenza come obbiettivo ed in caso la seconda.

Range-bound Trades

La forza del supporto e della resistenza sui differenti livelli del pivot è determinata dal numero di volte che il prezzo rimbalza sul pivot.

Più volte il prezzo tocca un livello di pivot e poi torna indietro più volte questo livello è forte.

Se la coppia è vicina a un più alto livello di resistenza, si può prendere e piazzare uno stop loss per protezione appena sopra la resistenza

Se il mercato si sposta più in alto e rompe la resistenza si ha un breakout (rottura). Se si pensa che questa rottura è l'inizio di un forte trend è il caso di aprire una posizione di long e si piazzerà uno stop-loss appena sotto di essa che diventa quindi un supporto.

Se il cross è vicino a un livello di supporto più basso si possono fare le considerazioni opposte alle precedenti.

Nella realtà i pivot non funzionano sempre, i prezzi tendono a stabilizzarsi attorno alla linea del pivot e spesso è molto difficile capire cosa accadrà dopo.

Qualche volta il prezzo si fermerà appena prima di raggiungere il pivot e si rovescerà altre volte sembra che sia un forte livello di supporto quindi si decide di andare long e il prezzo sembra comincia a cadere tanto da chiudere in loss la posizione ed in quel momento il prezzo ricomincia a salire.

Bisogna essere molto selettivi per creare una strategia basata sui pivot, andiamo a vedere qualche esempio:

Guardate l'ovale arancione. Notate come il PP era un forte supporto ma se si fosse andati long non si sarebbe stati capaci di raggiungere R1.

Guardate il primo cerchio viola. Il prezzo rompe il PP ma non riesce a raggiungere S1 e ritorna sul pivot. Alla seconda rottura (secondo cerchio viola) la coppia va verso S1 ma ancora una volta non lo raggiunge e torna al pivot.

Gurdate l'ovale rosa. Il PP sembra un forte livello di supporto ma non riesce a raggiungere R1.

Sul cerchio giallo il prezzo rompe di nuovo verso il basso e supera S1 e va per raggiungere S2.

Se foste andati long in questo grafico sareste stati stoppati ogni volta. Il segreto per non comprare su questo cross era quello di guardare il trend che risultava negativo per un bel periodo. Ricordatevi sempre di non andare contro il trend!

    Adesso vi lascio un pò di cose da ricordarvi quando prendete decisioni sui pivot:
  • - Se il prezzo è sul PP guardate come obbiettivi R1 o S1.
  • - Se il prezzo è su R1 aspettatevi un movimento verso R2 o un ritorno al pivot(stessa cosa nel caso di S1).
  • - Se è su R2 aspettatevi R3 o R1(stessa cosa per S2).
  • - Se non ci sono notizie significative a influenzare il mercato il prezzo si muverà verso S1 o R1.
  • - Se ci sono notizie importanti potrebbe andare dritto su R2 o S2 o addirittura a S3 e R3.
  • - R3 e S3 sono una buona indicazione per il massimo range che può essere raggiunto nell'arco di una giornata e che difficilmente può essere superato.
  • - Le linee di pivot funzionano meglio quando il mercato rimane tra R1 e S1.
  • - In un forte trend il prezzo non si curerà delle linee di pivot ma continuerà dritto.

Ecco un utile link che, inseriti i livelli, calcolerà i pivot in automatico:

Mataf.net: analisi pivot